Grumo Nevano, IL MUTUO SOCIALE PER LA PRIMA CASA: LA PROPOSTA RIVOLUZIONARIA DI CASAPOUND

CHE COS’È E COM’È REGOLATO ESATTAMENTE IL MUTUO SOCIALE?

Cercheremo di spiegarlo con parole semplici, perché possa essere compreso da tutti. Vogliamo, infatti, che quante più persone acquisiscano la conoscenza di questa proposta che, se applicata – lo ripetiamo – risolverebbe agevolmente il dramma della casa in Italia.

  • Il Mutuo Sociale si prefigge la costruzione di case con finanziamenti pubblici; case che devono essere vendute e prezzo di costo, senza lucro da parte dell’Ente statale e con un Mutuo che non superi 1/5 delle entrate della famiglia.
  • Nessun Tasso d’interesse è praticabile, ed il pagamento del Mutuo viene sospeso se la famiglia resta senza reddito e riprende quando le condizioni economiche ritornano normali.
  • La costruzione delle case avviene su terreno demaniale da parte di un Ente statale o regionale, in modo da ovviare al pagamento del terreno, alle spese per le concessioni edilizie ed a quelle di progettazione; queste ultime, le progettazioni, possono avvenire per concorsi tra facoltà universitarie d’ingegneria e architettura. Inoltre, non avendo scopo di lucro, è chiaro che si arriverà al contenimento massimo del costo della costruzione.
  • Le case vengono vendute ai richiedenti non proprietari di altre unità abitative, secondo una graduatoria che sarà costantemente aggiornata, che tenga conto delle richieste e delle disponibilità immobiliari.
  • Fatto eccezionale è che se tutti i componenti della famiglia contraente il Mutuo Sociale risultino disoccupati, il pagamento dello stesso viene sospeso, senza aggravio di more e interessi e senza la scure dell’esproprio. Si riprenderà il pagamento quando le condizioni economiche della famiglia lo permettono.
  • Ovviamente, per impedire comportamenti scorretti e delittuosi la famiglia che sospende il Mutuo Sociale, viene seguita da assistenti sociali e si cercherà con ogni mezzo di reinserirla nel circuito lavorativo. Una dichiarazione mendace o un comportamento non improntato al rispetto delle regole contrattuali, sarà elemento determinate per la perdita del diritto alla casa.
  • La casa acquistata con il Mutuo Sociale è di proprietà del contraente al 99/100, significa che è vincolata, può essere ereditata ma non può essere affittata; non può essere venduta se non all’Ente costruttore che la reimmetterebbe nel circuito, né può essere aggredita da pignoramenti.
  • La costruzione di case a costo ridotto e l’introito dalle vendite costituirebbero, in breve tempo, un circuito virtuoso che, da solo, potrebbe risolvere il drammatico problema casa.

NEWS CORRELATE