GRUMO NEVANO, EMERGENZA E SOLIDARIETA’. Grazie alla Protezione Civile, agli uomini della Polizia Municipale, all’Ufficio Politiche Sociali, ai Carabinieri, alla Polizia di Stato, alla Guardia di Finanza, alle associazioni di volontariato, ai cittadini

E’ doverosa da parte nostra, che stiamo vivendo a stretto contatto con le istituzioni locali e le forze dell’ordine nel cercare di tenervi informati sulle varie iniziative e sugli eventi quotidiani nel merito dell’emergenza sanitaria, ringraziare pubblicamente tutti gli uomini e le donne impegnate in una corsa contro il tempo nella gara di solidarietà verso quelle famiglie in difficoltà economiche. In prima linea la Protezione Civile e il Comando della Polizia Municipale che rappresentano, mai come ora, i pilastri di tutta l’organizzazione umanitaria e di controllo del territorio. Nonostante i pochi uomini e risorse disponibili, si sta facendo il massimo per limitare i disagi e tenere a bada gli incoscienti che escono dalle proprie abitazioni senza alcuna necessità. Tante le persone controllate che sono state sanzionate e si continuerà ad essere severi anche grazie alla presenza della Polizia di Stato, dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, quest’ultima vigile su possibili speculazioni sull’emergenza in corso. Un grazie all’Ufficio Politiche Sociali che sta lavorando in questi giorni per dare un contributo essenziale nella corsa alla solidarietà. Un Grazie alle associazioni di volontariato che fanno da supporto alle iniziative istituzionali e private nella gara solidale. Un Grazie principalmente alle attività commerciali aperte che hanno aderito alla raccolta di generi di prima necessità donate, sia da alcuni titolari che da un numero consistente di cittadini che hanno lasciato un pò della loro spesa per chi nè ha bisogno. Sono giunte alla nostra redazione lamentele da parte di qualcuno che ipotizza la donazione di generi alimentari a chi non nè ha bisogno e, in questa gara, è stato detto che c’è chi vorrebbe ergersi al San Francesco di turno. Noi diciamo che non è il momento di fare polemiche, quello che interessa adesso, è aiutare chi non riesce a fare la spesa, da qualsiasi parte arriva la richiesta. Ci sarà tempo per le polemiche, poi rimane alla coscienza civica delle persone che egoisticamente tolgono il pane a chi nè ha realmente bisogno. Non ringraziamo invece chi si ostina ad uscire da casa senza motivi di necessità, mettendo in pericolo tutti. State a casa non pregiudicate questi primi segnali positivi e il lavoro, l’impegno, i sacrifici di tutte le persone impegnate in prima linea. Ancora un pò di pazienza e nè usciremo. Peppino Landolfo