Grumo Nevano, CORRUZIONE, TURBATIVA D’ASTA, ABUSO D’UFFICIO: COMINCIANO A TRAPELARE IPOTESI DI CAPI D’IMPUTAZIONE DEGLI INDAGATI COLPITI DA AVVISI DI GARANZIA

Dopo il blitz della Guardia di Finanza, pare che le principali contestazioni degli avvisi di garanzia notificati agli indagati, siano quasi tutti incentrati almeno su tre ipotesi di reato: sulla corruzione, sulla turbativa d’asta, l’abuso d’ufficio.

Sembra che la Guardia di Finanza, come di prassi accade in una inchiesta del genere, per il momento abbia bloccato i conti correnti attraverso accertamenti patrimoniali. Si ipotizza un giro di fatture false e tangenti. Per il momento sembra che i filoni riguardino gli appalti per la raccolta dei rifiuti e gli impianti di fotovoltaico. Nulla trapela per ovvie ragioni, dagli uffici degli inquirenti che stanno lavorando su vari fronti. La situazione è molto grave e si attendono da un momento all’altro, altri importanti sviluppi. Saremo pronti ad informarvi nei dettagli sulle successive operazioni.

NEWS CORRELATE