Grumo Nevano, CASE FAMIGLIA, CHI STABILISCE LA RETTA? Per un minore prezzi diversi per due cooperative: una 75, l’altra 93 euro al giorno

Abbiamo letto due determine con le quali si predispone il pagamento a due cooperative sociali che gestiscono due Casa Famiglia per minori.

Ebbene per l’ospitalità di un solo bambino, una prima cooperativa adotta una tariffa iva compresa di 75 euro al giorno mentre una seconda ne chiede 93 di euro al giorno, 18 euro in più. Non conosciamo il motivo di questa differenza, atteso che i servizi erogati dalle Casa Famiglia dovrebbero essere quelli stabiliti dalle normative in materia di assistenza ai minori. In molti si chiedono chi è che stabilisce la retta e se è di esclusiva competenza di chi effettua il servizio, allora occorrerebbe capire il perchè un ente pubblico si affida a cooperative che fanno pagare di più rispetto ad un’altra, salvo particolari servizi al minore dei quali, nel nostro caso, nelle determine di pagamento, non ne abbiamo riscontro tale per giustificare un circa il 30 percento in più.

A titolo di cronaca 18 euro in più per 365 giorni all’anno fanno 6.570 euro in più. Ecco lo stralcio delle due determine

 

 

NEWS CORRELATE