GRUMO NEVANO. LE MANI SULLA CITTÀ. A TUTTI I COSTI TRIBUTI, URBANISTICA, LAVORI PUBBLICI

Mentre siamo in attesa di conoscere le sentenze di condanna o assoluzione relative ai processi penali in  corso che vedono impegnati politici e dipendenti comunali rinviati a giudizio, sembra si ripresenta a Grumo Nevano, il male assoluto d’oltre ponte, quel male assoluto che ha lasciato solo macerie e famiglie in difficoltà. Il lupo perde il pelo ma non il vizio e le vicende giudiziarie non hanno insegnato nulla, anzi. In giro pare ci sia ansia di voler mettere le mani sulla città. Nonostante una città da ricostruire, il male è sempre presente, in agguato, pronto  per la scalata su lavori pubblici, urbanistica e gestione privata dei tributi in primis. In queste ore, dalla piazza, giungono voci raccapriccianti di come prosegue la campagna elettorale. Saranno anche le solite voci che ogni competizione si rincorrono da non farci più caso, (il voto di scambio, la compravendita è sempre difficile da provare, salvo denunce con prove importanti) ma è sempre meglio che chi deve vigilare, lo faccia in maniera intensa e intervenga alle prime segnalazioni di eventuali comportamenti tendenti a condizionare il libero voto che non siano solo voci.