Grumo Nevano, “VOTO DI SCAMBIO, L’ILLUSIONE DI UN POSTO DI LAVORO SEMESTRALE E POI IL LICENZIAMENTO? GRAVE LA DENUNCIA DI RICCIARDI. LA DDA STIA IN ALLERTA”

La pubblica denuncia di Peppe Ricciardi sulle voci di un’azione squallida, attraverso la solita pratica del voto di scambio, illudendo la povera gente con un posto di lavoro semestrale (il più gettonato è la guardia giurata) è abbastanza grave ed è forse  il preludio ad un film già visto in passate elezioni, quando a cadere nel tranello, sono cascati in parecchi per poi, dopo pochi mesi, ritrovarsi a fare di nuovo la fila davanti al collocamento. Se le voci descritte nel comunicato stampa vanno ben oltre la stessa voce ed essere poi confermate nei fatti, ancora una volta potrebbe determinarsi una falsificazione, una illegale campagna elettorale con risultati imprevedibili e non in linea con la volontà popolare, quella libera, onesta e senza ingerenze di tipo malavitoso. Al momento ci limitiamo a registrare la denuncia pubblica di Ricciardi e, da cittadini grumesi, prima di essere cronisti, ci auguriamo che nessuno accetti eventuali promesse illusorie che distruggono soltanto giovani disoccupati e le loro famiglie, per questo rinnoviamo massima attenzione da parte della DDA sul regolare svolgimento delle prossime elezioni amministrative. Sulla questione ci ha raggiunto telefonicamente anche l’Avv. Gaetano Di Bernardo il quale “invita gli elettori a prendere le distanze da queste pratiche illusorie che hanno l’unico scopo di racimolare voti per poi gestirli per interessi privati che nulla hanno a che fare con la politica vera, quella che serve alla città per tentare di risollevarla dallo stato di degrado nel quale è piombata. Contestualmente invito gli organi istituzionali preposti al controllo del regolare svolgimento della campagna elettorale, di tenere alta l’attenzione”.

NEWS CORRELATE