Sant’Antimo, SI DIMETTE ASSESSORE ALLA CULTURA. CHIARIELLO: “Russo liberi la città”

COMUNICATO STAMPA“Con le dimissioni di Pina Giordano, le ultime di una lunga serie registrata tra assessori e funzionari di fiducia del sindaco Russo, siamo oramai al capolinea di un’esperienza politica disastrosa durata anche troppo”. Lo afferma il consigliere Corrado Chiariello, coordinatore dei consiglieri di opposizione di centrodestra del Comune di Sant’Antimo, commentando la notizia delle dimissioni dell’assessore alla Cultura e all’Istruzione Pina Giordano.
“Trattandosi di dimissioni dovute ad una sorta di incompatibilità ambientale – spiega Chiariello -, tant’è che si parla di impedimento a svolgere il proprio mandato, siamo di fronte ad un fatto grave se si pensa poi a tutti quei temi sui quali noi, come opposizione, abbiamo incalzato la giunta: dal dimensionamento scolastico all’organizzazione e alla discutibile gestione di feste ed eventi, non ultimo il Viaggio della Memoria”. “Iniziative sulle quali, nonostante il ricorso a piene mani ad un vero e proprio fiume di danaro pubblico, – prosegue l’esponente di centrodestra – non si è evidentemente trovata una quadra, un accordo”.
“Per quanto ci riguarda il sindaco Russo deve prendere atto che non può più andare avanti e che deve concedere ai cittadini di Sant’Antimo la stessa possibilità che, con le dimissioni, hanno avuto i suoi assessori e i suoi dirigenti datisi alla fuga: liberarsi una volta e per tutte Sant’Antimo da quel brutto incubo, da quella vera e propria iattura che è appunto la sua amministrazione”, conclude Chiariello.

NEWS CORRELATE