Grumo Nevano, 48 ALLOGGI: CAOS SULLA STRUTTURA SOCIALE, I RITARDI, I RIFIUTI STOCCATI. LA PROPOSTA DEL RUP DI REALIZZARE ALTRI MINI APPARTAMENTI RESIDENZIALI

Sembrava tutto potesse finire e finalmente vedere realizzata l’opera, ma la mancata partecipazione al bando per assegnare gli alloggi da parte di 10 dei 13 residenti nei container da liberare per realizzare la struttura sociale, non permette di liberare l’area e quindi al momento, di non poter iniziare i lavori.

Oltre alla questione dell’area container, emerge anche la richiesta da parte del concessionario di una ipotesi di risarcimento danni nei confronti del Comune dopo oltre un anno di fermo lavori per il mancato giro dei fondi regionali e il problema dei rifiuti stoccati da mesi in un angolo dell’area, rifiuti che dovranno essere vagliati  per realizzare le aiuole. In funzione di ciò, la giunta comunale ha dato mandato al Rup Salvatoree Flagiello di nominare un legale a supporto dell’ufficio nella gestione di tali problematiche. Inoltre slitta ancora fino al 24 luglio la fine dei lavori degli alloggi. Il problema dei container da smantellare è abbastanza serio perchè ne va della ragione principale per la quale si sono realizzati gli alloggi e se non si troveranno urgenti soluzioni, nella relazione del Rup abbiamo letto la proposta di convertire la struttura sociale da semiresidenziale in mista ovvero con una parte di tipo solo residenziale, in sintesi altri mini appartamenti che verrebbero concordati con la Regione. Ecco la relazione.

NEWS CORRELATE