“A GRUMO NEVANO CI SI AMMALA E SI MUORE CON IL CONSENSO DI CHI CI DOVREBBE TUTELARE” L’AMARO SFOGO DEL SIG. GIOVANNI CATALANO

Scrive il signor Giovanni Catalano “Si continua ad installare antenne, ci si ammala, si muore con il consenso di chi ci dovrebbe tutelare. Leggo controversie tra politici locali puerili, ma questioni serie come queste si ignorano. Chi ci salverà da questo sfacelo?” 

Le foto su Facebook mentre si effettuano lavori sulle antenne di via Mazzini postate dal Sig. Giovanni Catalano e il suo amaro commento sulla qualità della vita e della politica locale deve far riflettere. A cosa serve che il comune pubblicizza nuovi lavori in villa comunale mentre adiacente al giardino ci sono antenne potentissime??? Il signor Catalano fa parte di quella schiera di grumesi caratterizzati da un grande senso civico, quei grumesi i quali, spesso e volentieri, segnalano problematiche serie, chiedendo alle istituzioni di porre in essere quelle azioni tendenti a rendere la nostra città più vivibile. Il problema delle antenne purtroppo è stato totalmente abbandonato e archiviato dall’attuale amministrazione e non c’è alcuna speranza di miglioramento, anzi siamo al far west selvaggio senza un piano di localizzazione sbandierato ai quattro venti per mesi senza mai realizzarlo. Lo promise Gennaro Brisetti in tempi brevi, poi l’assessore Mario Lamanna, poi il sindaco: solo chiacchiere del momento. Nessuno se ne frega e nessuno ne paga con un atto politicamente dignitoso delle dimissioni l’assessore Lamanna è ancora al suo posto, altrettanto Brisetti e il sindaco, ma le parole del signor Catalano, devono far riflettere tutti quei politici che hanno ancora un minimo di dignità.

NEWS CORRELATE