Grumo Nevano, VIA POLA, ALTRI 30.000 EURO DOPO I 250.000 SPESI FINO AD OGGI! UNO SPERPERO INFINITO

Dopo aver speso la bellezza di oltre 250.000 euro tra lavori e transazioni, l’emorragia di denaro pubblico su questa triste vicenda continua con ulteriori 30.000 euro da spendere per riaprire la piccola stradina. 

Salvo ancora sorprese di varianti in corso d’opera o di somma urgenza, ai grumesi costerà circa 300.000 la questione di Via Pola. La giunta comunale ha deliberato (n. 29 del 15.02.2018) altri 30.000 euro di lavori che vanno a sommarsi a quelli spesi fino ad oggi e ancora da spendere. Ricordate i famosi pali d’oro per sostenere la voragine? Oltre 70.000 euro! E il restante dei 150.000 euro? Non era prevista la spesa dei lavori di riapertura! E il tutto rimarrà a carico dei contribuenti grumesi, basta leggere gli atti, compreso le future ed esose spese legali del contenzioso aperto con Acquedotti che nella vicenda, non ha alcuna responsabilità, come dichiarato dalla stessa amministrazione nella risposta scritta all’interrogazione fatta dalla minoranza. Uno sperpero infinito sulla quale si attende la risposta della Corte dei Conti e delle istituzioni interessate al caso.

NEWS CORRELATE