Grumo Nevano, IL MINISTRO DELL’INTERNO DA RAGIONE ALL’AVV DI BERNARDO: TUTTE NULLE LE DELIBERE DI GIUNTA COMUNALE APPROVATE DALL’ASSESSORE CARLA CIMMINO!

Aveva ragione il Consigliere comunale avv. Gaetano Di Bernardo sulle dimissioni dell’assessore Carla Cimmino poi revocate illegittimamente. Il Ministro dell’Interno ha detto chiaramente che le dimissioni determinano l’immediata decadenza e il successivo ritiro si configura quale atto privo di rilevanza giuridica, in quanto improduttivo di effetti. Sostanzialmente la Cimmino decaduta il 16 Novembre 2017 ha approvato 12 delibere di giunta in maniera illegittima rendendo nulle le stesse! Davvero incredibile l’incapacità politica e amministrativa che emerge da questa vicenda. Adesso per rimediare il sindaco facente funzioni ha dovuto rinominare la Cimmino e riunire la nuova giunta e approvare la delibera n. 21 del 8 febbraio per sanare le 12 delibere nulle in base ad una norma che prevede presunte ragioni di interesse pubblico che già hanno prodotto effetti giuridici. Ma la cosa non finisce quì perchè l’avv. Di Bernado dopo aver incassato questa brillante iniziativa a difesa della legalità, adesso andrà nel merito delle delibere per chiedere ancora con più urgenza l’intervento della commissione d’accesso agli atti.

DI BERNARDO “Colgo con piacere che il Ministro abbia considerato positivamente la mia richiesta, ora andrò fino in fondo nel merito degli atti approvati in maniera illegittima sanati con un colpo di spugna che non  possiamo accettare. E’ il momento di inviare con urgenza una commissione di accesso agli atti senza un minimo di esitazione da parte del Prefetto. Occorre fermare questi reiterati modi di amministrare e deliberare atti illegittimi che producono solo ingenti danni alla città e ai grumesi”

NEWS CORRELATE