Grumo Nevano, SINDACO ARRESTATO,FUNZIONARI INDAGATI E ARRESTATI: PROCURA E PREFETTURA COME POSSONO PERMETTERE UNA TALE SITUAZIONE? QUALE GIUSTIZIA CREDERE? IL COMUNICATO DEL CONSIGLIERE GAETANO DI BERNARDO

“Con il ritorno di Lino Miele nell’ufficio tecnico e il sindaco Pietro Chiacchio e Antonio Pascale ancora agli arresti domiciliari, con altri dipendenti e funzionari colpiti da indagini, al comune di Grumo Nevano  si permette di amministrare tranquillamente ancora denaro pubblico come se nulla fosse accaduto, mentre dopo blitz, avvisi di garanzia e tutto il resto, la Procura della Repubblica e la Prefettura sono ferme nelle decisioni da adottare. La gente si domanda in quale giustizia occorre ancora credere? Quella che tutela la legalità e i cittadini o quella che non muove un dito per intervenire con adeguate misure a partire dal controllo serrato su chi è oggetto di notifiche di provvedimenti restrittivi  e allontanando dalla cosa pubblica chi deve ancora chiarire fatti e accuse contestate? E’ inaccettabile che si possano produrre atti ordinari e straordinari che toccano le tasche dei cittadini come quella su via Pola, in una situazione cosi grave, senza neppure l’invio di una commissione d’accesso agli atti per tutelare trasparenza e legalità. L’appello è rivolto alla Prefettura, al Ministro dell’Interno, alla Procura della Repubblica del Tribunale di Napoli Nord, alla Guardia di Finanza ad intervenire ad horas”. Avv. Gaetano Di Bernardo Consigliere Comunale di Grumo Nevano

NEWS CORRELATE