Grumo Nevano, PAOLO PAGANO “BASTA CON LA SPREGIUDICATA FORMULA DEL SINDACO FACENTE FUNZIONE…DIMISSIONI SUBITO !”

Fonte Facebook di Paolo Pagano

OGGI GRUMO NEVANO E’ UNA CITTA’ SPENTA, PIENA DI LIVIDI, SVUOTATA NELLA SUA ESSENZA…PER DARE VIVA LUCE ALLA CITTA’ BISOGNA SVILUPPARE UNA COMUNICAZIONE INTERPERSONALE TRA I CITTADINI CHE CREI UNA PROSPETTIVA DI RISCATTO E DI RINASCITA…BASTA CON LA SPREGIUDICATA FORMULA DEL SINDACO FACENTE FUNZIONE…DIMISSIONI SUBITO !

Il governo cittadino guidato da un Sindaco che si diletta con l’opportunistica formula del facente funzione guarda la città di Grumo Nevano che cade a pezzi ma non muove un dito per risollevarla. Mai si era raggiunta tanto degrado. Utilizzare spregiudicatamente, senza essere eletto, la formula del Sindaco facente funzione per tenere in vita un’amministrazione, già agonizzante, significa attribuire un colpo mortale al senso civico e alla credibilità delle istituzioni e alla politica. Mai si era arrivati a tanto: il buon senso e la civiltà imporrebbero che alla presenza di un Sindaco che è stato arrestato non si facciano calcoli meschini di opportunismo politico. State bene attenti voi che utilizzate la politica con spregiudicatezza: qualsiasi progetto che avete in testa è destinato a fallire! Le dimissioni di tutti gli amministratori sono l’atto più dignitoso che si possa pensare su questa penosa vicenda. Una penosa vicenda che ha colpito la socialità della città, i livelli di vivibilità, l’etica morale. I riflessi, che emana la città sono spenti, svuotati nella sua essenza…Grumo Nevano è diventata una città senza un’anima, monotona, piena di lividi. Una città che ormai trascina il suo corpo stanco verso l’invivibilità sociale e ambientale. Questa lenta ma devastante agonia bisogna fermarla. Bisogna sviluppare una comunicazione interpersonale tra i cittadini per creare una prospettiva di rinascita della città. La società civile deve acquisire finalmente un ruolo di guida per il cambiamento. Le differenze culturali e politiche possono diventare una risorsa se c’è condivisione. Non bisogna chiedere la luna ma rivendicare il bene comune e una città liberata dal degrado e dall’immoralità. Lasciamo ad altri la falsa retorica comiziante che promette il tutto e il contrario di tutto. Quello che serve a Grumo Nevano è una città normale. Sono fiducioso per il futuro perché intravedo nei volti di tanti giovani (come Peppe Ricciardi, Carmela Mormile e tanti altri) che si sono forgiati nella lotta politica contro l’amministrazione Chiacchio, i segni del riscatto e della rinascita. Sono fiducioso per il futuro perché, mai come questa volta, ho notato un’informazione pubblica capace, combattiva, vigile e concreta.”

Carissimo Paolo, aggiungerei alle tue splendide parole anche il nome di un altro giovane che tanto sta facendo nella lotta politica contro l’amministrazione, l’avv. Gianco Di Bernardo, lo merita insieme a tutti gli altri giovani che non hanno condiviso questo fallimento dell’attuale gruppo guidato da Pietro Chiacchio.

NEWS CORRELATE