Grumo Nevano, CONSIGLIERI DI MAGGIORANZA: ARRIVANO I PRIMI VANTAGGI POLITICI PER ALCUNI?

Tutta la città si domanda come mai, dopo oltre due anni di immobilismo puro e di vicende gravissime che esulano pure dalla stessa politica, nessuno dei Consiglieri comunali che appoggiano Pietro Chiacchio, abbia accennato ad un minimo sussulto critico prendendo le opportune distanze da certi fatti molto gravi. Non si dimette neppure chi avrebbe almeno il dovere etico di farlo prima che possa essere dimesso dagli eventi.

Ebbene si, la spiegazione c’è ed è univoca: vantaggi politici per se stessi. Qualcuno obietterà quali potrebbero essere i vantaggi politici se tutta la città ne ha preso le distanze, principalmente chi li ha votati? Noi diciamo che la politica non è fatta solo di chiacchiere e, le alzate di mano in Consiglio comunale, che servono a mantenere la maggioranza, hanno un valore e un costo politico. Questo valore politico, in un momento di crisi occupazionale,economica, sociale, politica, si fa valere. Qualcuno della maggioranza lo ha già fatto valere verso il gruppo politico che per la maggiore sostiene ad esempio la privatizzazione dei tributi, ottenendo un vantaggio politico per se stesso, una vittoria politica personale, ma uno svantaggio economico per le famiglie di Grumo Nevano se la privatizzazione passerà. Ognuno della maggioranza ha un personale interesse politico, ed è pure legittimo essendo stati votati dal popolo, ma tutti però pare abbiano dimenticato gli interessi generali, di chi li ha votati. Hanno dimenticato il vero valore della loro funzione pubblica, sostituendolo con un valore politico personale che non  produce alcun beneficio per la città, ma mette al riparo pochi intimi da una crisi politica, occupazionale, economica e sociale. Almeno per il momento. Attendiamo il prossimo Consiglio comunale dove si conosceranno questioni abbastanza delicate. Oggi la maggioranza che sostiene Pietro Chiacchio è formata dai seguenti Consiglieri comunali Gennaro Brisetti, Rino Maisto, Arcangelo D’Errico, Pina Chianese, Gianpiero De Santis, Enzo Liguori, Guido Miele, Angelo Rennella, Anna Di Matteo, Pasquale D’Angelo.

 

NEWS CORRELATE