Grumo Nevano, “IL TEMPO E’ GALANTUOMO, I FATTI CONFERMANO LE NOSTRE NEWS SULLE INDAGINI AL COMUNE, ADESSO TOCCA AL PREFETTO DI NAPOLI”

Ogni nostra anticipazione sulle indagini in corso al Comune di Grumo Nevano da parte della Procura della Repubblica di Napoli Nord, della Guardia di Finanza, della Polizia Provinciale, di Carabinieri e Polizia di Stato,  puntualmente sono avallate dai fatti e dagli eventi. Ancora una volta chi tenta di delegittimare la nostra informazione ai grumesi nel mondo, è sconfitto e smentito.

L’interdizione dai pubblici uffici per il responsabile dell’Ufficio Tecnico è un fatto gravissimo che oltre ad avere il suo naturale sviluppo nelle indagini penali e amministrative, si lega tutt’uno con la gestione politica, in quanto le accuse tirano in ballo un consigliere comunale dell’attuale maggioranza, cugino del capo dell’Ufficio Tecnico a cui si contesta la presunta produzione di documenti falsi. E’ tutta la maggioranza che è politicamente coinvolta e dalla quale si attendono serie e urgenti azioni, gravissimo se non prenderanno decisioni nel merito politico. La città sta subendo una delle pagine più buie della storia politica e amministrativa. Consentitemi di esternare pubblicamente la soddisfazione personale verso la fondatezza reale e documentata delle nostre notizie. Non sono assolutamente soddisfatto e contento invece verso chi è colpito direttamente dall’azione della Procura: avrà sicuramente tempi e modi per difendersi dalle accuse. Soddisfazione perchè quando nello scorso aprile abbiamo anticipato l’ipotesi di documenti falsi, su di noi, da parte di soggetti vicini  e facenti parte dell’attuale maggioranza, è scattata la campagna di delegittimazione cercando di far passare le nostre notizie non vere. Il tempo è stato galantuomo e lo sarà ancora nelle prossime settimane quando avremo le notizie più importanti, quelle tanto attese. A più tardi l’appello al Prefetto di Napoli, alla Procura.

NEWS CORRELATE