Grumo Nevano, TRIBUTI AI PRIVATI: CHI HA PROCURATO IL CAOS BOLLETTE? APRIRE UNA INCHIESTA.

Visto che qualche amministratore in malafede ci accusa di creare allarmi su amianto e immigrati nel Convento di Santa Caterina, allora stavolta, dopo le dichiarazioni in Consiglio comunale di ieri sera, siamo noi ad INVITARE LE AUTORITA’ AD APRIRE UNA INCHIESTA per capire chi ha procurato il caos nel settore dei tributi locali dopo che abbiamo saputo che l’ufficio, ricordato pure dal sindaco ieri sera, ha consegnato ad una ditta privata, una penna usb con tutti i dati dei contribuenti grumesi per la stampa delle bollette tari, quindi, l’errore delle rate mancanti, si presume sia dovuta ad una disfunzione dei dati nella penna usb, quindi dell’ufficio e non attribuibile alla ditta che ha stampato e distribuito. A questo punto occorre approfondire e capire il perchè si è generato questo caos, attesa l’affannosa corsa contro il tempo nel voler dare ad una ditta privata il servizio di accertamento e riscossione dei tributi, fortemente contestata dai consiglieri di Di Bernardo e Faccenda con manifesti pubblici per un presunto conflitto d’interessi a partire sin dalla compagna elettorale e di alcuni amministratori attuali eletti di cui si chiede le dimissioni. E poi, come mai si consegna una pen drive ad un privato con una massa così importante di dati relativi ai contribuenti grumesi? Perchè il sindaco ha tenuto a precisare che le disfunzioni provengono dall’ufficio e non da chi ha distribuito le bollette quasi come a voler giustificare la scelta politica, avere una sorta di alibi politico per affidare tranquillamente tutto nelle mani di una  ditta privata specializzata, facendo finta di ignorare gli aggi che metteranno in ginocchio le famiglie e tutto il resto, ignorando ancora che il funzionario ha scritto pochi giorni fa, che l’ufficio funziona perfettamente nonostante la carenza di organico? Pertanto ci rivolgiamo alle autorità che ci leggono affinchè si apra con URGENZA, una inchiesta per capire cosa sta accadendo in questo settore dove pare sia già pronta una proposta per privatizzare i tributi per nove anni da portare in Consiglio comunale. I cittadini non possono pagare un altro salasso per un servizio che tutto d’un tratto è diventato caotico: PERCHE’?

NEWS CORRELATE