Grumo Nevano, LOREDANA PUCA DI SANT’ANTIMO TRA I MIGLIORI 8 GIOVANI RICERCATORI AL MONDO

Ci sono nove italiani tra i vincitori del Merit Award 2017 della Conquer Cancer Foundation, il premio riservato ai giovani oncologi di tutto il mondo che si sono contraddistinti per le loro ricerche. Gli studi per cui sono stati premiati sono stati presentati dal 2 al 6 giugno al meeting dell’American Society of Clinical Oncology (Asco) di Chicago.

Tra i premiati troviamo la Dott.ssa Loredana Puca di Sant’Antimo, per la creazione di modelli di organi 3D per testare farmaci. In particolare, la sua ricerca (condotta alla Cornell University di New York) si sta concentrando su una cosiddetta “smart bomb”, un farmaco che colpisce in maniera selettiva solo le cellule che esprimono una specifica proteina, caratteristica del tumore neuroendocrino della prostata. 32 anni, Loredana ha studiato alla Federico II, laureandosi con lode e menzione sia alla Triennale in Biotecnologie per la Salute sia alla Magistrale in Biotecnologie Mediche, in barba a un test di ammissione a Medicina non superato “per un paio di punti”. Parla italiano, francese e inglese, ma la sua lingua madre è “il napoletano, ci tengo a precisarlo. Ho imparato a scrivere in vernacolo ai tempi della scuola” – dichiara ad Ateneapoli. Già, perché Loredana Puca è una scienziata che ama la poesia, il teatro e la musica: “suono la chitarra, ma in generale mi piace capire come funzionano gli strumenti. Di recente ho comprato un violino per studiarlo”. Un cervello curioso, più che in fuga, che ha “voluto scoprire se le cose altrove funzionano come in Italia”. Da Napoli a Parigi e, poi, New York, così, giusto per chiarirsi le idee, è partita alla volta della Francia, per Erasmus e dottorato. Poi “anche l’Europa non mi bastava e sono andata in America”, alla Cornell University di New York, dove, da tre anni, è Post Doctoral Fellow. Congratulazioni da Grumo Nevano News.

NEWS CORRELATE