Grumo Nevano, DOPO GLI ABUSI ECCELLENTI SCOPPIA UN ALTRA “BOMBA” URBANISTICA. GRAVE PROBLEMA POLITICO IN UNA MAGGIORANZA CHE GIRA LA TESTA

Questa amministrazione, l’ufficio tecnico e i vigili urbani sono in grado di controllare il territorio? O devono venire altri a trovare quello che è sotto gli occhi di tutti?

Dall’albo pretorio on line apprendiamo due ordinanze di demolizione eccellenti riferite a soggetti che hanno rapporti di parentela di primo grado con funzionari del Comune e consiglieri comunali di maggioranza. Cosa che riteniamo non grave, ma gravissimo, e certamente un caso politico che fa molto discutere in città mentre nella maggioranza ancora una volta si gira la testa dall’altro lato.

Ma non è finita quì. Sta per scoppiare un’altra “bomba” urbanistica.

Negli ultimi anni vi è stato un boom di richieste di sopraelevazione per sottotetti che sono poi diventati vere e proprie abitazioni. Molto spesso questi sottotetti sono su palazzi vecchi in muratura. Ci si domanda: Sono state rispettate le norme antisismiche? L’art. 90 del dpr 380/01 (zone sismiche) impedisce sopraelevazioni di qualsiasi natura (anche di legno) su edifici in muratura su cui si sono già realizzate sopraelevazioni. Questo divieto è stato confermato dalla Regione Campania con nota del Coordinatore della Area Generale di Coordinamento Lavori Pubblici prot. 2009.0823576 del 25/9/2009. Ci domandiamo ancora: all’Ufficio Tecnico è stata recepita questa nota? A questo punto crediamo che qualcuno dovrebbe controllare i permessi per la costruzione di sottotetti e i recuperi abitativi dei sottotetti esistenti degli ultimi cinque-sei anni. Sono stati costruiti su edifici già sottoposti ad elevazione o no?  Lo dovrebbe fare l’Amministrazione, i consiglieri di maggioranza e di minoranza, lo stesso Ufficio tecnico. O dobbiamo aspettare ancora che vengono altre istituzioni? O, speriamo di no, che un terremoto ce ne fa accorgere?

NEWS CORRELATE