Grumo Nevano, LE INTERCETTAZIONI: GRAZIE AD ESSE ALMENO CONOSCIAMO CORROTTI E CORRUTTORI

Molti politici tendono sempre a minimizzare, alcuni non sanno neppure che sono i principali imputati in fatti di corruzione credendo di non essere intercettati. In tanti vengono arrestati e poi scarcerati, resta però una cosa importante: almeno il popolo, grazie alle intercettazioni, conosce corrotti e corruttori e se ne fa una propria opinione.

In Italia e in Campania, sappiamo che la dignità non solo politica ma caratteriale di una parte malata di politici e amministratori, vale meno di zero tant’è che perfino settimane trascorse in un carcere, non inducono il corrotto senza un minimo di dignità morale a desistere, ad abbandonare ruoli pubblici.

Ne leggiamo di tanti casi in questi ultimi mesi, quasi ogni mattina. Per i corrotti e corruttori oggi la politica è diventata strumento ideale e luogo principale dove arraffare di tutto e di più, e lo si fa perfino con superbia e sfida allo Stato perchè i tanti corrotti, sono coscienti delle lungaggini e di una giustizia malata che quasi quasi li rende immuni. Be, non andranno in galera, ma sempre corrotti rimangono e se pur senza dignità facendo spallucce, sentirsi definire ladro in una grande comunità, in ogni posto, in ogni negozio, in ogni angolo di una città, non è sicuramente gradito. I corrotti di origine controllata, per formazione caratteriale e storia politica, se ne fregano pure del popolo, basta guardarli e ascoltare le balle quotidiane enunciate in apparizioni pubbliche: tendono sempre a promettere ed annunciare grandi progetti nonostante al loro fianco scocca il tintinnio delle manette, un disperato comportamento per tentare un recupero impossibile. Strano però che di fianco ai corrotti e corruttori, ci sia sempre un altro esercito di politicanti prezzolati, dei quali i più cinici stanno sempre dietro le quinte, quelli famosi del falso perbenismo. Anche questi si credono immuni dalle intercettazioni: si sbagliano perchè molti colletti bianchi sono quelli che per primi vanno in galera e per alcuni, non escono più. La galera non è bella per nessuno e non si augura a nessuno, ma grazie alle intercettazioni, almeno conosciamo pure chi bleffa.

 

 

 

NEWS CORRELATE