Grumo Nevano, AL COMUNE UNA TEMPESTA ANNUNCIATA DA MESI DALLE NOSTRE NOTIZIE. SPAZZARE VIA UN SISTEMA CHE SOFFOCA LA CITTA’

Avvisi di garanzia, indagati e forse in arrivo ben altro. I filoni sono sempre gli stessi, gli stessi che da mesi ne diamo notizia grazie anche all’imponente azione di controllo e denuncia.

Alcuni giorni fa leggevo la sentenza del Consiglio di Stato sullo scioglimento del Comune di Frattamaggiore di alcuni anni fa. Ebbene in quella sentenza erano chiari i motivi per i quali il Comune fu sciolto: semplicemente per un incontro pre elettorale tra un candidato a sindaco ed un esponente della malavita locale, incontro confermato da un malavitoso. Solo un incontro che però è bastato a far sciogliere quel Comune perchè quell’incontro, secondo il giudice, poteva determinare influenze sulle elezioni e sul futuro dell’amministrazione. Non ha determinato, ma soltanto poteva, così scrive il giudice.

Dopo la lettura non riuscivo a spiegarmi il fatto che a Grumo Nevano non c’è stato un incontro pre elettorale dubbio come a Frattamaggiore, ma addirittura una elezione con il massimo dei voti di una persona che oltre a determinare la vittoria al primo turno, successivamente è stata surrogata a seguito di una sentenza per fatti che hanno a che fare con ambienti certamente non mondani e che, nonostante ciò, non sia successo nulla. Mi sbagliavo, era solo una questione temporale, adesso sembra che i nodi stiano per venire al pettine.

Il blitz della Guardia di Finanza di ieri con visita negli uffici comunali, al comando vigili, all’isola ecologica e in alcune abitazioni, la visita della Polizia di Stato di stamani e un gran numero di avvisi di garanzia che hanno raggiunto funzionari, dipendenti comunali e politici è solo l’inizio di una fase istruttoria che chiude mesi e mesi di lavoro e di indagini sui vari filoni che avevamo sempre posti in primo piano nelle nostre news: ciclo della raccolta dei rifiuti, svolgimento elezioni, appalti e lavori pubblici.

Una tempesta annunciata nonostante chi cercava di delegittimare la nostra informazione, di sminuire la gravità della situazione. Un sistema che da anni soffoca la nostra città, che blocca ogni sussulto e speranza di crescita a vantaggio di pochi. Rimaniamo in attesa di conoscere l’ufficialità dei nominativi interessati ai vari filoni, delle accuse mosse da cui ci si dovrà difendere, nella speranza che presto tutto sarà finito e la città possa respirare un pò di aria nuova e pulita.

NEWS CORRELATE