Grumo Nevano, SCUOLA VIA GIOTTO E CASA COMUNALE: Di Bernardo, Ricciardi, Iannucci, Faccenda e Mormile ECCO LA NOSTRA PROPOSTA IN DIFESA DEI DIRITTI DEGLI ALUNNI.

Chiesta la convocazione del Consiglio Comunale entro 20 giorni per discutere e cercare di fermare la scellerata soluzione di spostare i ragazzi da via Giotto. Nella relazione i Consiglieri Di Bernardo, Ricciardi, Iannucci, Faccenda e Mormile, chiedono la revoca della delibera della giunta comunale con a capo il sindaco che ha deciso lo spostamento e la possibilità di trovare strutture idonee già presenti sul territorio, attraverso una manifestazione d’interesse per un fitto di almeno un anno spendendo la stessa cifra di 65.000 euro e superficie maggiore di quella esistente in via Giotto, giusto il tempo di recuperare la Casa comunale. Soluzione che non toccherebbe sia la scuola di via Giotto che quella di via Quintavalle e, inoltre, si risparmierebbe la bellezza di 600.000 euro con i quali si vorrebbe comprare le baracche per metterci gli uffici e non si spiega perchè non spenderli per il recupero della Casa comunale, altro “giallo” amministrativo. Ecco il documento

 

NEWS CORRELATE