Grumo Nevano, CLAMOROSO, SCOPPIA IL CASO ILARIA PASCALE DAL SITO CASERTA.CE

Una notizia se confermata  aprirebbe scenari di una gravità estrema

Il quotidiano on line Caserta Ce nella giornata di Natale ha pubblicato una notizia clamorosa che riguarda Grumo Nevano in merito all’assunzione di una certa Ilaria Pascale nella società Pubbliservizi la stessa che gestisce la sosta a pagamento a Grumo Nevano. Addirittura ha posto come notizia principale che la Pascale fosse nipote del sindaco Pietro Chiacchio il quale ha prontamente smentito di non avere alcun legame di parentela chiedendo la smentita all’articolo.

La signora o signorina citata nell’articolo sembra essere figlia del vigile urbano Antonio Pascale che come tutti sanno è un pilastro insostituibile di esperienza e capacità sia per l’amministrazione che per il settore vigilanza, ambiente e rifiuti.

Se la notizia dell’assunzione diretta da parte della società che gestisce le strisce blu a Grumo Nevano riportata da Caserta Ce verrebbe confermata, sarebbe davvero un fatto di una gravità estrema che merita di essere chiarito quanto prima dai diretti interessati.

E sarebbe pure la conferma dell’azione politica della minoranza che appena qualche giorno fa ha affisso sui muri della città un manifesto dove si citava proprio il vigile urbano Antonio Pascale, ma ripetiamo, attendiamo conferme da parte degli interessati.

Ricordiamo ancora che la gara per l’assegnazione del servizio di sosta a pagamento legittimamente assegnato alla società,  è stata tra le più travagliate più volte sospesa ed è durata oltre un anno e mezzo, con continue correzioni e integrazioni al capitolato d’appalto, richieste dalla stazione unica appaltante.

La Pubbliservizi è una delle tante società che oltre ad occuparsi di vigilanza, si occupano anche di altri servizi per gli enti comunali come la gestione tributi, verde, portierato.

Attendiamo gli sviluppi che potrebbero essere davvero determinanti per le sorti dell’amministrazione.

NEWS CORRELATE