Grumo Nevano, BLITZ DEI CARABINIERI IN VIA BUON CONSIGLIO: ARRESTATI 5 MALVIVENTI

Grande operazione dei Carabinieri del nucleo di Giugliano guidati dal Capitano De Lise

Pochi minuti fa in via Buon Consiglio c’è stato un blitz dei Carabinieri di Giugliano con alla testa il Capitano De Lise per arrestare 5 malviventi in fuga su un’auto bloccata dopo la fuga.

Sembra si tratti di 5 malviventi dediti ai furti in appartamenti non di nazionalità italiana che il nucleo operativo di Giugliano stava seguendo nella loro azione dell’ennesimo tentativo di furto in un appartamento a Grumo Nevano.

Un plauso ai Carabinieri che sono riusciti ad arrestarli con determinazione e coraggio.

Ancora una volta il nostro territorio è interessato da fenomeni criminali questa volta tutto è finito bene grazie al grande lavoro dei Carabinieri di Giugliano.

img_20161111_194455 img_20161111_194415 20161111_193614 20161111_193456

fonte WWW.INTERNAPOLI.IT

GIUGLIANO. Sgominata dai carabinieri di Giugliano un’altra banda dedita ai furti in appartamenti. I militari dell’Arma dell’Aliquota Operativa e Radiomobile, diretta dal tenente Viviano, coordinati dal capitano De Lise della Compagnia di Giugliano, hanno acciuffato nella giornata di ieri 5 malviventi accusati di furti e rapine nelle case. I ladri – tutti di origine rom – sono stati intercettati in via Buon Consiglio a Grumo Nevano in seguito a l’ennesimo tentativo di raid. I militari erano però sulle loro tracce da tempo e sono riusciti a coglierli sul fatto. Grande scalpore ha causato l’arresto tra la gente in strada in quel momento a Grumo. I cittadini hanno ringraziato i carabinieri per la brillante operazione svolta.

Ecco il video delle persone arrestate mentre escono dalla Compagnia di Giugliano

I cinque sono responsabili di tentato furto aggravato in abitazione, resistenza a pubblico ufficiale, possesso ingiustificato di chiavi o grimaldelli e danneggiamento di autovettura militare. I carabinieri li hanno sorpresi e bloccati mentre a Grumo Nevano stavano tentando di introdursi nell’abitazione di una 43enne. Scoperti, hanno tentato di fuggire a bordo di un’Audi S4, non esitando a speronare un’auto dei carabinieri durante la retromarcia. I malviventi sono stati bloccati e, perquisiti, sono stati trovati in possesso di un’ascia di ferro, cacciaviti, pali di ferro, una pistola scenica privata del tappo rosso, scaldacollo, cappelli e guanti. sequestrata anche l’auto. Nell’ambito delle operazioni sono state svolte perquisizioni nel campo rom di Napoli-Scampia, dove i carabinieri hanno rinvenuto tra i rifiuti una carabina ad aria compressa rubata a fine ottobre a Castelvolturno.

Più di 10 i colpi accertati in diverse città della Regione Campania, ma pare anche in altre zone d’Italia, tra cui Basilicata, Molise e basso Lazio. I militari dell’Arma li seguivano da tempo e ieri li hanno intercettati mentre uscivano da un’abitazione a Grumo, dove avevano tentato l’ennesimo colpo. Sono stati accerchiati dai carabinieri che praticamente hanno chiuso ogni via d’uscita. Nonostante ciò i malviventi hanno tentato la fuga con una retromarcia speronando un’auto dei militari, ferendone due in modo lieve. I carabinieri li hanno presi ed ammanettati con grande soddisfazione di alcuni residenti che hanno assistito alla scena. In molti, infatti, hanno riconosciuto in quell’auto di grossa cilindrata A4 nera l’auto sospetta che aveva messo a segno diversi colpi. Si aspettano ora gli atti da parte di altri presidi di forze dell’ordine che hanno ricevuto segnalazioni e denunce di episodi commessi da una banda con la stessa macchina.

Un plauso ai carabinieri di Giugliano è stato fatto anche dal sindaco di Giugliano Antonio Poziello: “L’Arma dei carabinieri sta dimostrando che, rispetto ai campi rom, non possono esserci e che non sono tollerate sacche di illegalità più o meno diffuse. Gli uomini della compagnia di Giugliano, partendo dalle segnalazioni e dalle denunce dei cittadini, dopo un lungo lavoro fatto di perquisizioni, appostamenti e pedinamenti hanno sgominato una pericolosa banda di delinquenti dediti ai furti in ville ed appartamenti. A nome dei cittadini di Giugliano ed in particolare di quelli della zona costiera, particolarmente bersagliati da questi fenomeni, il ringraziamento al capitano Antonio De Lise ed al Comandante del nucleo Castello di Cisterna, tenente colonnello Rino Coppola, al comandante provinciale, colonnello Ubaldo Del Monaco, per il lavoro costante che fanno sul nostro territorio”.

NEWS CORRELATE