Grumo Nevano, CADITOIE: LA MANUTENZIONE NON COMPETE AD ACQUEDOTTI SCPA MA AL COMUNE! Così ha sentenziato il Giudice di Pace di Napoli Nord

Una sentenza chiara, che evidenzia le precise competenze della società rispetto alla stipula del contratto, dove non è prevista la manutenzione stradale e delle relative pertinenze (caditoie e condotte di canalizzazione in fogna)

Arrivano le prime sentenze che accolgono la linea difensiva proposta da Acquedotti S.c.p.a. circa la responsabilità degli enti comunali in merito alla gestione e manutenzione delle caditoie stradali. Non sono previste in convenzione e, pertanto, non rientrano nelle competenze spettanti ad Acquedotti S.c.p.a.. Le domande di manleva, spiegate dai Comuni nei confronti della suddetta società, vengono, come in questo caso, rigettate.

Il Giudice di Pace di Napoli Nord con sentenza n. 3203/16 ha ritenuto che esulasse dalla competenza della Acquedotti ScpA la manutenzione ordinaria e straordinaria dei sistemi di raccolta delle acque meteoriche (caditoie e condotte di canalizzazione in fogna) poiché non rientranti nell’oggetto della convenzione stipulata tra la suddetta società e l’Ente, in capo a cui, pertanto, permane la responsabilità in merito alla corretta gestione e manutenzione delle strade cittadine e delle relative pertinenze (caditoie e condotte di canalizzazione in fogna).

Alla luce di questo assunto il Giudice di Pace provvedeva rigettando la domanda di manleva spiegata dal Comune di Orta di Atella nei confronti della Acquedotti ScpA.

ECCO UNO STRALCIO DELLA SENTENZA

acquedotti-scpa-caditoie-no-manutenzione-1

acquedotti-scpa-caditoie-no-manutenzione-1c

acquedotti-scpa-caditoie-no-manutenzione-1b

 

NEWS CORRELATE