Peppino Landolfo “LA CRONACA QUOTIDIANA CI RACCONTA CHE LA POLITICA SI LIMITA A GESTIRE SOLO APPALTI E MAZZETTE”

peppino landolfo grumo nevano news

Spesso ci si sporca per meno di mille euro pur consapevoli di creare danni alla comunità per milioni di euro.

Ogni giorno la cronaca politica nazionale ci racconta di arresti di amministratori, funzionari, politici, faccendieri tanto da diventare una regola e non l’eccezione in un mondo dove gli ideali, i valori, l’impegno civico, è stato  soppiantato definitivamente da un sistema tipo associazione a delinquere dedito alle estorsioni, alle tangenti, alle mazzette, al gonfiamento di capitolati e alla contabilità nei lavori effettuati, in sintesi alle ruberie di ogni genere ai danni dei cittadini. Per i magistrati, per i giudici, c’è più lavoro nel mondo della corruzione politica, nelle amministrazioni, che nella criminalità organizzata.

Forze dell’ordine impegnati a monitorare e seguire faccendieri e politici senza scrupoli, imprenditori collusi e accomodanti che pur di ottenere lavori con soldi pubblici, dispensano mazzette a più non posso in percentuale altissime rispetto ai lavori ricevuti, come spesso abbiamo avuto modo di seguire ad esempio in Roma Capitale. Un sistema che solo grazie alle intercettazioni e alle denunce dirette può essere ridimensionato, ma occorre intercettare tutti, specialmente i finti onesti, quelli che dicono di non sapere mai nulla e di delegare ad altri soggetti: non è vero, quasi sempre i finti onesti, sono quelli più pericolosi, i colletti bianchi, quelli che prendono di più in termini di percentuale, di tangenti, di mazzette. In alcune incheste spesso escono fuori nomi davvero eclatanti di insospettabili.

Ci sono pure politici da quattro soldi che perdono la loro dignità anche per pochi euro, in tal caso, paradossalmente, registriamo pure il degrado  della mazzetta, spesso ci si sporca per meno di mille euro pur consapevoli di creare danni alla comunità per milioni di euro. La cronaca dai media, ci documenta con i video dei Carabinieri, su mazzette anche di piccoli importi, a significare che non abbiamo più speranza con una fetta di politici corrotti con pane e mortadella.

Certamente non si fa un sol fascio di tutta l’erba, per fortuna ci sono tanti politici veri e onesti che non hanno bisogno della mazzetta estiva per andare al mare o quella natalizia per comprare il capitone, però c’è da dire che gli onesti sono isolati e la cosa che più rattrista è che l’isolamento lo determina proprio il popolo attraverso il voto, premiando faccendieri, affaristi, e spesso pure camorristi. Quando ci sarà un soffio di vento a spazzare via tutto il sistema forse qualcosa potrebbe cambiare: attendiamo che il vento arrivi quanto prima.

Questo mio articolo è di carattere generale e si limita alla riflessione sulla cronaca politica e amministrativa corrotta, quella cronaca letta e vista sui media, da sud a nord della Nazione.

NEWS CORRELATE