ANTENNE DI VIA GILIOLI E CORSO GARIBALDI: LA TELECOM VINCE IL RICORSO, CAPITOLO CHIUSO

Il TAR Campania con sentenza n. 2866/2016 e n. 2665/2016 ha posto la parola fine alla querelle sulle antenne installate. Determinante per i giudici la questione del silenzio assenso da parte del Comune e l’ininfluenza delle difformità urbanistiche rilevate.

Resta l’amaro in bocca a tutte quelle persone che avevano tentato di fermare l’installazione delle antenne di telefonia mobile su due fabbricati a Grumo Nevano. La Telecom ha vinto due ricorsi e pertanto gli impianti possono regolarmente funzionare. Dalla lettura delle sentenze, appare fondamentale il fatto che il ritardo dell’amministrazione e degli uffici, che ha maturato il silenzio assenso delle richieste di installazione, sia stato il motivo principale per il quale i giudici hanno sentenziato in favore della Telecom oltre all’ininfluenza delle difformità urbanistiche sull’impianto. Appare chiarissimo che senza uno strumento forte, senza una regolamentazione e senza un assiduo controllo delle procedure tali da causare fatti del genere, di antenne ne avremo sempre di più e le amministrazioni si adeguano senza fare nulla. A tal proposito tutto si è arenato sul Piano di Localizzazione nella commissione presieduta da Gennaro Brisetti, sembrava che a momento si potesse finalmente realizzare il Piano, ma ad oggi nulla è stato fatto, peggio del silenzio assenso, tutto tace! Avanti il prossimo che intende mettere un’antenna in Piazza Cirillo.

 

 

 

NEWS CORRELATE